ENTI LOCALI
Revisori, dopo 13 anni aumentano i compensi
Il decreto verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale nei prossimi giorni. Di Russo, vicepresidente CNDCEC: "Una battaglia storica del Consiglio nazionale dei commercialisti giunge finalmente a compimento”

Crescono i compensi per i revisori degli enti locali. Un decreto ministeriale, che verrà pubblicato nei prossimi giorni in Gazzetta Ufficiale, stabilisce infatti un aumento per i circa 8000 revisori delle Regioni a statuto ordinario del 20,3% e adegua le cifre al tasso d’inflazione. Per i quasi 3500 revisori dei Comuni con più di 5000 abitanti, a questo 20,3% si somma un ulteriore incremento del 30%. I compensi per i Revisori degli Enti locali erano fermi da 13 anni.

“Una battaglia storica del Consiglio nazionale dei commercialisti - commenta Davide Di Russo, vicepresidente del Consiglio nazionale dei commercialisti delegato agli Enti locali -, che abbiamo portato avanti con tenacia in questi anni nelle opportune sedi istituzionali, trova finalmente uno sbocco molto positivo”.

“Abbiamo sempre sostenuto - spiega Di Russo - come ci fosse una enorme sproporzione tra gli impegni e le responsabilità legati all’attività di revisore degli Enti locali e i relativi compensi. Gli aumenti stabiliti dal decreto non risolvono certo del tutto il problema, specie per i colleghi che svolgono questa attività nei Comuni più piccoli. Su questo fronte continueremo ad impegnarci. Ma si tratta in ogni caso di un innegabile passo in avanti, di un risultato importante per la categoria che mi piace dedicare alla memoria di Antonino Borghi, collega che si è dedicato alla materia degli Enti locali e compagno di tante battaglie, recentemente scomparso”.

Condividi su:      

© Copyright 2010  CNDCEC  - Piazza della Repubblica n. 59 - 00185 Roma - CF e P.Iva 09758941000 Tutti i diritti riservati Note legali  - Privacy
info@commercialisti.it  | consiglio.nazionale@pec.commercialistigov.it  | credits